domenica 22 giugno 2014

Dire di essere differenti è facile, ma come fai a fare veramente la differenza?

Sii Unico nel tuo lavoro 

se vuoi distinguerti 

dalla concorrenza!

Tempi di crisi economica? Comincia a pensare in modo differente e sii differente!  

Se vuoi  emergere nel mondo del lavoro, questa è l’idea di base  più importante di cui  hai attualmente  bisogno,

E’  una delle idee chiave che sta dietro tutta l'attuale ondata di outsourcing, in quanto le imprese per emergere dal mercato devono concentrare tutti i loro sforzi sulle cose che sanno fare meglio, proporsi per questo motivo e differenziarsi  quanto più possibile da tutto il resto

Un concetto semplice ma importante " valorizza la tua unicità e farai la differenza".

In questo articolo ti dò un paio di  idee  e ti spiego un concetto che ti può aiutare ad essere "differente e unico"  sia a livello aziendale che personale  diventando competitivo rispetto alla concorrenza  ed al passo con i tempi. 

Utilizzando queste idee, potrai sfruttare al  meglio le opportunità che ti si presentano:

  • Potrai concentrare  tutti gli  sforzi per sviluppare un alto livello di competenze in aree che, per i tuoi clienti, contano davvero.
  • Imparerai a sviluppare le tue capacità in modo da integrarle con le competenze  della tua  azienda. 

Naturalmente, è necessario che, le tue capacità e competenze dovranno essere allineate con i valori aziendali, così da  ottenere il rispetto e considerazione sia sia nel campo del business che personale.....

Le "competenze strategiche" : il valore dell' unicità

Il punto di partenza per comprendere le tue “ competenze strategiche”  è di capire che le aziende, se vogliono fare buoni profitti, hanno bisogno di offrire  qualcosa che i clienti apprezzino ed identificano con la tua azienda  in modo  univoco. 

Queste tue "competenze strategiche" devono diventare la ragione principale  per cui tutti i clienti vorranno acquistare tuoi beni o servizi.

Tieni presente che, le imprese (con niente di unico o speciale da offrire e quindi che non possono distinguersi  dalla concorrenza) sono destinate a competere sul prezzo con la conseguente  riduzione dei margini di profitto. 

Solo se sei in grado di offrire qualcosa di diverso e di valido, i tuoi clienti saranno disposti a pagare di più.

Il punto fondamentale è capire se questa tua unicità, questa tua “competenza strategica” esiste o no e come potrai  sostenerla e mantenerla nel tempo.

Nel 1990  CK Prahalad e Gary Hamel  con la "Core Competence Analysis"  sostennero che " la competenze strategica" è una delle più importanti fonti di unicità per  una azienda.  

Sono  quelle cose  che  azienda sà fare bene in modo univoco, e che nessuno altro può copiare abbastanza rapidamente da incidere sulla concorrenza.

Ad esempio: APPLE,  NEC, Canon e Honda hanno  avuto idee molto chiare in merito a quello che erano brave a fare. Dal 1980 sono cresciute molto velocemente. Questo è da ricercarsi nel fatto che  queste aziende si erano concentrate principalmente sui loro punti di forza, facendoli diventare “competenze strategiche”  ed  hanno continuamente lavorato per implementarle  e rafforzarle. 

E’ per questo motivo che   i loro prodotti per lungo tempo sono risultati  i più avanzati rispetto a quelli dei loro concorrenti, ed è per questo che i clienti sono stati disposti a pagare un prezzo più alto per un lungo periodo di tempo. 

Pensa anche a Steve Jones che ha trasformato una piccola azienda in una società multinazionale come la “Apple” …  Come è riuscita questa società ad avere una così grande e veloce  espansione?  … innovazione, nuove idee, nuove tecnologie e nuovi prodotti immessi su un mercato ….

Ora probabilmente troverai questa un'idea interessante, e forse ti sarà  facile cominciare a pensare a tutta una serie di cose che la tua azienda  potrebbe  fare bene e meglio degli altri. 

Tuttavia, Hamel e Prahalad  nel “Core Competence Analysis”   indicano  
tre punti  da  verificare per poter pensare di avere delle  “competenze strategiche”:

  • Pertinenza: In primo luogo, la “competenza strategica” deve dare al tuo  cliente un valore aggiunto, qualcosa che lo influenzi fortemente e che lo spinga  scegliere il tuo prodotto o servizio piuttosto che quello di un altro. Se non sei capace a farlo, allora non ci sarà alcun effetto sulla posizione competitiva e quindi significa che non è una “competenza strategica”. 
  • Difficoltà di imitazione: In secondo luogo, la “competenza strategica”  dovrebbe essere difficile da imitare. Ciò consente nel fornire prodotti o servizi che siano migliori di quelli della concorrenza e che difficilmente possono essere imitati. Questa è una delle ragioni per cui  bisogna continuamente e costantemente lavorare al miglioramento di queste “competenze strategiche” per riuscire a mantenere la propria posizione competitiva. Essere e restare avanti agli altri!
  • Estensione dell’applicazione: In terzo luogo, dovrebbe essere qualcosa che puoi offrire e ad un mercato il più ampio possibile.  Se ti rivolgerai  a mercati di nicchia, il successo del prodotto o del servizio potrebbe non essere sufficiente per sostenere una crescita significativa della tua azienda nel lungo periodo.

Capire ed identificare quali potrebbero essere le tue “competenze strategiche”.


Puoi utilizzare le seguenti procedure:

  1. Brainstorm; quali sono i fattori che sono importanti per i tuoi clienti? 
  2. Quali sono i fattori che possono influenzare le decisioni di acquisto dei tuoi clienti relativamente ai prodotti e servizi offerti dalla concorrenza?  (Assicurati di andare oltre le caratteristiche del prodotto o del servizio e scopri quali potrebbero essere  i processi decisionali dei clienti relativamente a tutto il mercato su cui operi.) 
  3. Quali potrebbero essere i nuovi ruoli, le proposte, le promozioni che la clientela può desiderare?
  4. Puoi scavare in questi fattori, e puoi  identificare le competenze che si celano dietro di essi. Ad per esempio: se i clienti apprezzano i prodotti di piccole dimensioni (ad esempio, telefoni cellulari), quale può essere l’impatto di “competenza” relativamente all’  "integrazione e miniaturizzazione dei componenti.?" 
  5. Brainstorm sulle competenze esistenti e le cose che stai facendo  bene? 
  6. Fai  l'elenco delle tue  competenze, e testale in ordine di importanza, di difficoltà di imitazione, di ampiezza e diffusione di applicazione, e guarda se una delle competenze che hai elencato  può diventare una  “competenza chiave”. 
  7. Fai l'elenco dei fattori che sono importanti per i clienti in ordine di importanza , scopri come potresti sviluppare delle “competenze chiave”. 
  8. Esamina le due liste  e concentrati su di esse:

• Se hai identificato le “competenze strategiche” che hai già? Bene! Lavorare su queste. 
• Se non hai trovato queste “competenze strategiche”,  Quali potresti sviluppare?
• Se pensi di non avere  “competenze strategiche” e non ti sembra che sia possibile svilupparne,  allora o c'è qualcos'altro che è possibile utilizzare per creare l'unicità del mercato o pensa di trovare un nuovo mercato che si adatta maggiormente alle tue "competenze strategiche".

Suggerimento 1Come per tutti i brainstorming, otterrai risultati migliori se coinvolgerai altre persone  (accuratamente scelte naturalmente).

Suggerimento 2:A livello personale e nel breve termine, potrebbe essere difficile trovare “competenze strategiche” davvero uniche. Tuttavia, tieni sempre presente  questa idea e lavora sempre per scoprire quali potrebbero diventare  le tue  “competenze strategiche” veramente uniche.

Suggerimento 3Potrebbe risultarti molto difficile trovare “competenze strategiche”  veramente uniche  nel tuo business. Allora,  tieni conto che se hai un business già con un discreto successo,  significa che qualcosa lo  sta già  alimentando. Devi  individuare qual’ è questo fattore che ti da vantaggio per poi implementarlo e rafforzarlo. 

Suggerimento 4Tieni presente che se hai intenzione di concentrarti  in alcune aree di mercato,  dovrai abbandonare altre aree di minor interesse. Hai solo una quantità limitata di tempo, e se provi a  fare troppo, difficilmente  lo farai davvero bene.