giovedì 26 giugno 2014

Problemi? No grazie!

UN MODO SOFISTICATO PER SCOPRIRE LE ORIGINI DEL PROBLEMA

In ambito medico, è facile capire la differenza tra il trattamento dei sintomi e e quello per la guarigione. 

Certo, quando ti sei rotto un polso e hai un gran dolore el' unico tuo desiderio è quello di alleviare immediatamente la sofferenza (sintomo)!  

Tuttavia, l'assunzione di antidolorifici non ti farà guarire il polso,  sarà necessario procedere all' ingessatura che è terapia corretta per ottenere dopo un certo lasso di tempo la vera guarigione.
Ma quando si tratta di un problema di lavoro, come si fa?  
Eliminare immediatamente i sintomi? 
Oppure bisogna riflettere   e considerare se in realtà esiste un problema più profondo?  



Se ti occuperai di risolvere solo i sintomi  (quello che si vede in superficie), il problema quasi certamente si ripeterà di nuovo ... il che ti porterà a cercare di risolvere lo stesso problema, ancora, e ancora, e ancora una volta.

Se, invece, ti fermi un attimo per analizzare il problema  più in profondità potrai capire il motivo per cui si è verificato e sarà quindi  ti sarà possibile correggere i sistemi sottostanti ed i processi che lo causano.


Una tecnica famosa e spesso utilizzata per aiutare le persone a rispondere alla domanda del perché il problema si è verificato. è la seguente:

 il metodo  cerca di identificare l' origine di un problema ed in particolar modo:
  1. Determinare ciò che è accaduto.
  2. Determinare il perché è successo. 
  3. Capire cosa fare per ridurre la probabilità che possa accadere di nuovo. 

Nel pensiero sistemico si presuppone che gli eventi siano correlati. Un'azione in un'area produce un'azione in un altra area, e poi in un altra, e così via. 

E' necessario quindi  risalire alla causa originaria  per scoprire come il problema si sia generato e come è potuto diventare il problema che si sta affrontando.

Potrai trovare di solito tre tipi di cause:
  1. Le cause fisiche - qualità e tipi di materiali, materiali o macchinari  in qualche modo difettosi  (per esempio, i freni di una macchina ha smesso di funzionare).
  2. Gli errori umani - Persone che  ha fatto qualcosa di sbagliato, o non fatto quanto  era necessario  (ad esempio, mancato riempito il liquido dei freni, che ha causato il mancato funzionamento dei freni). 
  3. Le cause organizzative - Un sistema di processo, una mancata programmazione o una strategia sbagliata utilizzata per prendere decisioni  (ad esempio, più  persona erano responsabili della manutenzione dei veicoli, e tutti davano per scontato qualcun altro avesse riempito il serbatoio del liquido dei freni).

Si tratta quindi di indagare sugli effetti negativi dei modelli utilizzati, trovando difetti nascosti nel sistema, e scoprire azioni specifiche che hanno contribuito al problema. In questo modo si rivela molto spesso più di una causa principale.

Dovrai affrontare cinque fasi per risolvere questo tipo di problema
Fase uno: definire il problema
• Cosa  vedi succedere? • Quali sono i sintomi specifici? 

Fase due: raccogliere i dati
• Che prove hai che il problema esiste? • Da quanto tempo esiste il problema? • Qual è l'impatto del problema? 
È necessario analizzare approfonditamente una situazione attuale prima di poter passare ad esaminare i fattori che hanno contribuito al problema. Uno strumento utile in questa fase osservare la stessa situazione da diversi punti di vista: i clienti, le persone (attori) che implementano le soluzioni, il processo di trasformazione che è interessato, la vision, l'autore del processo, i fattori ambientalii.
 Fase tre: identificare tutte le possibili cause
• Quale sequenza di eventi ha portato al problema? • In quali condizioni si verifica il problema? • Quali altri problemi sono connessi  al verificarsi del problema principale? 
Durante questa fase, bisogna identificare tutte le possibili cause che hanno originato il problema. Troppo spesso, le persone  identificano uno o due fattori e poi si fermano senza cercarne altri. Non è sufficiente!
Fase quattro: identificare la causa principale (s)
• Perché esiste questa causa? • Qual è la vera ragione per cui si è verificato il problema? 
Fase Cinque: scegliere ed  verificare le soluzioni• Cosa si può fare per evitare che il problema si ripresenti? • Quale sarà la soluzione da attuare? • Chi sarà responsabile? • Quali sono i rischi di implementazione della soluzione?
Analizzare le  cause-effetto del processo e individuate le modifiche necessarie da apportare nei vari sistemi.
E 'anche importante che si preveda in anticipo  gli effetti della soluzione. In questo modo, è possibile individuare ed evitare potenziali problemi prima che si verifichino. Un modo per farlo è quello di utilizzare l' analisi del rischio per individuare i punti in cui una soluzione potrebbe fallire.Un altro interessante strategia da adottare è Kaizen. Il concetto è che continui piccoli cambiamenti creano un miglioramento generale del sistema stesso. 

Il punto chiave

La Root Cause Analysis è un processo utile per comprendere e risolvere un problema capendo quali eventi negativi si sono verificati per poi identificare i problemi che lo hanno generato.  Infine, determina  soluzioni per risolverli.